Cooperativa AIPI - Bologna


Vai ai contenuti

Italiano L2

Attività



Laboratori L2

L'insegnamento dell'italiano come L2 si pone come obiettivo primario di facilitare il percorso di incontro e di scambio interculturale, rendendo i minori e gli adulti stranieri, con le proprie conoscenze e competenze, con i propri vissuti e punti di vista, una risorsa in grado di arricchire il paese che li ospita e le persone che entrano in contatto con loro.
Da un lato, l’acquisizione di una lingua straniera permette agli studenti di entrare in contatto con diversi codici di comunicazione, con un altro sistema culturale e valoriale, offrendo a livello cognitivo nuovi e diversi strumenti di organizzazione delle conoscenze.
Dall'altro, l'inserimento a pieno titolo di un cittadino straniero nella nostra società avviene innanzitutto attraverso la conoscenza della lingua italiana, che diventa fondamentale per poter vivere, lavorare e relazionarsi.

Modalità d'intervento

I laboratori linguistici di italiano L2 si strutturano in:
Corsi per minori/studenti: rivolti ad alunni dagli 8 ai 18 anni inseriti nelle scuole. Si svolgono in aule attrezzate o nelle classi, in orario scolastico o extrascolastico (doposcuola, corsi prescolastici e centri estivi).

Corsi per adulti: rivolti a lavoratori, adulti in formazione e donne. I Corsi sono diversificati sulla base del livello di competenza linguistica in L2 e dei bisogni specifici dei partecipanti.

Corsi per minori/studenti immigrati

Sono rivolti a studenti inseriti nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado. A partire dalla 3ª classe della scuola primaria, gli alunni vengono suddivisi in gruppi a seconda dell’età e del livello linguistico in L2. Percorsi speciali vengono approntati per coloro che non hanno mai frequentato la scuola nel paese di provenienza.
All'inizio del percorso si somministrano delle prove d’ingresso per individuare i livelli di competenza; alla fine del ciclo delle lezioni gli insegnanti facilitatori forniscono delle schede individuali di valutazione.
I corsi sono differenziati sulla base dell’età e del livello di competenza degli studenti:

  • Prima fase, o fase iniziale (A1/A2): per gli allievi di primo ingresso nell’ambiente linguistico italiano gli obiettivi didattici sono legati all’acquisizione della lingua per comunicare (lessico e strutture di base, introduzione alla letto-scrittura in L2).
  • Seconda fase, o fase ponte (A2 /B1): si amplia l’acquisizione della lingua per la comunicazione interpersonale e si comincia l’apprendimento dei contenuti disciplinari comuni, a partire dalle materie con minore implicazione verbale. In questa fase è molto importante la programmazione concordata con gli insegnanti di classe, ed è importante che siano condivisi gli obiettivi, gli strumenti didattici e le metodologie di valutazione.
  • Terza fase, o fase della facilitazione linguistica (B1-B2): l’intervento è mirato alla facilitazione dell’apprendimento di contenuti disciplinari, allo sviluppo di strategie personalizzate di studio e all'ampliamento di linguaggi specifici e settoriali.

Corsi per adulti immigrati

Sono strutturati in moduli di 40 ore ciascuno e sono pensati per soddisfare diverse tipologie di partecipanti. Si organizzano percorsi specifici mirati all'insegnamento della lingua in contesti specifici e per particolari categorie.

Si realizzano mirati al conseguimento della Certificazione di Competenza della Lingua.

Insegnanti

Gli insegnanti facilitatori della cooperativa AIPI sono professionisti di madrelingua italiana, con titoli di studio specifici per l’insegnamento di italiano L2 e comprovata esperienza in progetti di accoglienza per cittadini di origine straniera.

Si riuniscono in gruppi di lavoro, proseguono la propria formazione in itinere e, grazie alla supervisione di esperti, mantengono un coordinamento didattico e un continuo confronto su analisi di casi che possono presentare delle criticità dal punto di vista dell’apprendimento ed insegnamento linguistico.

Referenti per la cooperativa

Susana Belendez (per i progetti finanziati dal Comune di Bologna)

Chiara Rani (ambito didattico)


Torna ai contenuti | Torna al menu